Heraklion guida turistica

Heraklion, Eraclio, Iraklion, Herakleio, Kandiye o Candia: tanti nomi ma la stessa, unica, fantastica città.

Ci troviamo dunque sulla costa settentrionale dell’isola di Creta, nella sua capitale. Heraklion lo è diventata da pochi anni, togliendo questo privilegio alla vicina Hania  (La Canea). Infatti nel passato quest’ultima città era la piazzaforte più importante nel Mediterraneo orientale. Heraklion era comunque anch’essa un luogo strategico, visto che lì si trovava il porto dell’antica città di Cnosso.

Dal 1971, data in cui Heraklion è diventata capitale, sia la città che il porto sono diventati sempre più importanti e affollati. La popolazione è aumentata tantissimo e per questo tutta la parte più moderna della città è in continua espansione. L’offerta nel settore del turismo si è anch’essa “modernizzata” tanto da diventare particolarmente attraente.

Heraklion2

Foto CC-BY-SA 3.0 di Beemwej

Nel porto arrivano tutti i giorni traghetti e grandi navi da crociera, riversando in città il loro carico di turisti ansiosi di scoprire tutte le bellezze di Heraklion. Quando si arriva in un posto nuovo ci si chiede: Chissà se i dépliants visti in agenzia viaggi o le immagini viste su internet sono veritieri?  Ma qui, a Heraklion,  si può stare tranquilli, non ci sarà nessuna delusione. Il mare è realmente limpido, le spiagge sono veramente paradisiache, il centro storico è senza nessun dubbio pieno di fascino.

Iniziamo proprio da quest’ultimo: è racchiuso tra le mura di cinta difensiva erette dai Veneziani lunghe 4,5 km e alte ben 18 m. Al Sud delle mura c’è il BASTIONE MARTINENGO. La Porta KENOURGIA è del 1587 e, al Nord si trova la Porta DEL PANDOKRATOR.

Il Castello a Mare o Rocca a Mare , come lo chiamavano i Veneziani, chiamato “Megalo Koule” dai Turchi e conosciuto oggi come KOULES, fu anch’esso costruito dai Veneziani nel 1500 e serviva anche da prigione. Nel corso degli anni ci sono stati vari eventi con la conseguente parziale distruzione. Il Koules è stato restaurato e domina tutto il porto; dalle torri di avvistamento si ha un panorama fantastico sul porto e sulla città. Di fronte al Castello c’è l’Arsenale;  in questo arsenale venivano costruite e riparate le navi che usavano i Veneziani per solcare i mari in cerca di nuove conquiste.

I Veneziani hanno lasciato in eredità molti edifici e palazzi, uno più bello dell’altro ma quello più sensazionale è sicuramente la LOGGIA VENEZIANA, del 1626, che è situata in Via 25 Angoustou (Via 25 Agosto), che porta dal centro storico al vecchio porto.

Sulla stessa via è situata la Cattedrale S.TITO “AGIOS TITOS”, dedicata al Santo che fu il primo vescovo di Creta e che ancora oggi è molto venerato.

La Via 25 Angoustou porta a PLATIA VENIZELOU, chiamata anche Piazza dei Leoni. Qui l’animazione è al massimo, tutto intorno alla piazza ci sono bar, caffè e ristoranti; al centro della piazza si trova la FONTANA MOROSINI, del 1628, con delle stupende figure mitologiche.

Fontana Morosini

Foto CC-BY-SA 3.0 di Moonik

Dalla piazza si può ammirare una fedele riproduzione del campanile di San Marco, a Venezia. Si tratta del campanile della Basilica di S.Marco,  che era all’origine una cattedrale costruita nel 1239 dai Veneziani. Oggi ospita anche la Galleria d’Arte Municipale.

Proseguendo per Odhos 1866, che è un viale abbastanza commerciale, con anche varie botteghe artigianali di prodotti tipici, si arriva a Piazza KORNAROU, dove si può ammirare un’altra fontana, del 1588, la FONTANA BEMBO.

Anche l’esclusiva e chic VIA DEDHALOU è molto animata da turisti che passeggiano guardando le vetrine dei negozi più eleganti.

La Piazza ELEFTHERIAS (Piazza della Libertà) è la piazza principale di Heraklion. Vicino alla piazza c’è il MUSEO ARCHEOLOGICO che conserva i reperti dei vari siti archeologici: Cnosso, Archanes, Festo, Zakros. Da visitare assolutamente: la bellissima Sala degli Affreschi.

Parlando proprio del sito archeologico di CNOSSO, che si trova ad appena 5 km da Heraklion, bisogna dire che risale all’età del bronzo ed è un’importante testimonianza della civiltà minoica. La città era a forma di labirinto ( la leggenda del Minotauro e di Teseo narra proprio del labirinto di Dedalo) e si può ancora vedere una parte del Palazzo di Re MINOSSE.

Sulla strada per Cnosso c’è il MUSEO DI STORIA NATURALE di Creta, che propone un giardino botanico con varie specie di flora e fauna dell’Isola di Creta.

Nei dintorni della città ci sono molti, suggestivi, piccoli paesi di pescatori ma anche, nella zona più interna, di pastori ( i formaggi caprino e ovino sono molto apprezzati ). Se si ha il tempo vale la pena fare un giro per scoprirli, anche perché la distanza da Heraklion è minima, e si può usare tranquillamente i mezzi pubblici per arrivarci. Si arriva anche rapidamente a Hania (La Canea), l’altra città importante di Creta.

Le spiagge di Heraklion sono perlopiù sabbiose, di sabbia finissima e bianca;  in genere sono attrezzate. Si può comunque trovare anche spiagge libere e un poco più selvagge. Ci sono anche dei tratti di scogliera dal paesaggio mozzafiato.

A 5 km di distanza dal centro c’è la Spiaggia di AMOUDARA.Si tratta di una spiaggia attrezzata abbastanza lunga. C’è anche una spiaggia libera. Si possono seguire corsi di windsurf.

Una delle spiagge più affollate e turistiche è quella di HERSONNISOS, situata sulla costa a Est della città.

A Ovest invece c’è la costa più selvaggia con le spiagge di AGIA PELAGIA ( qui c’è anche un monastero) e LUGARIA.

Nel Golfo di MASSARA c’è la Spiaggia di MATALA; qui la sabbia si affianca alla scogliera dove si trovano anche delle grotte preistoriche.

A 15 km da Heraklion c’è un colorato e interessante acquario, il THLASSOCOSMOS, che riproduce il mondo marino del Mediterraneo. Qui adulti e bambini possono ammirare più di 200 specie marine.

Anche i turisti più esigenti saranno conquistati da tutto ciò che offre la città di Heraklion, ma il regalo più importante sarà, senza nessun dubbio, la magnifica accoglienza!

Lasciaci un commento su questo articolo

Lascia un Commento

Viaggiare